Cerca

Dettagli contatto

Registrazione

Scelta della lingua e del paese

ueber-sbc_das-unternehmen_geschichte.jpg

SBC nel corso del tempo

Storia dell'aziendaTradizione e innovazione

Saia Burgess Controls: dal 1920 sviluppo, produzione e vendita di componenti e sistemi elettronici di qualità industriale per l’ingegneria di controllo e regolazione. Lavoriamo da sempre applicando il principio «bottom-up»: le esigenze degli utenti costituiscono il punto di partenza del processo di sviluppo e di produzione.

Dai primi commutatori meccanici alle efficienti soluzioni di controllo e automazione per l'integrazione nei sistemi informatici del 21esimo secolo.

Saia Burgess Controls (SBC) affonda le sue radici nei primi anni del 20esimo secolo. Nel 1920 viene fondata a Berna l'impresa «SAIA AG» (Société Anonyme des Interrupteurs Automatiques). Dagli interruttori temporizzati parte lo sviluppo delle prime sequenze di controllo automatiche. Motori e interruttori vengono impiegati in diverse applicazioni con una costante evoluzione.

Parallelamente a SAIA AG, nel 1935 viene fondata a Hinckley (UK) l'impresa «Burgess Products Ltd», un pioniere della moderna meccanica dei microinterruttori. Dal 1936 al1986 SAIA AG rimane in mano alla società Landis+Gyr. Nel 1951 SAIA AG si trasferisce da Berna a Murten ingrandendo la sua sede nella Bahnhofstrasse. Solo dieci anni dopo, fu inaugurato un ulteriore edificio, Fabrica 2, sulla Freiburgerstrasse. Nell'anno 1978 seguì la prima generazione dei nostri controllori Saia PCD – sotto il nome PCA (Programmable Controller – Generation A) – e quindi l'ingresso nel campo di attività corrente.

Nel 1986 SAIA AG viene venduta alla società Burgess Products Ltd. Nei tre anni successivi l'azienda è oggetto di altre due acquisizioni ad opera di gruppi finanziari. Nel 1989 la Williams Holding fonde le due aziende sotto il nome di Saia Burgess. Parallelamente arriva sul mercato la seconda generazione di PLC: il PCD (Process Control Device).

Negli anni seguenti vengono lanciati nuovi settori di business, tra cui la produzione di milioni di motori passo passo per l'industria automobilistica. In seguito a un management buyout, nel 1996 la direzione dell'azienda torna di nuovo in Svizzera. Nel 1998 la società ridenominata Saia-Burgess Electronics AG si quota in borsa.

Per stimolare ulteriormente la crescita della divisione Sistemi di Controllo, nel 2001 viene fondata la Saia-Burgess Controls AG. L'operazione dà impulso a ulteriori innovazioni come la tecnologia web per i controllori industriali.

Nel 2005 la Johnson Electric di Hong Kong, un global player nel settore dei piccoli attuatori elettrici, rileva interamente il gruppo Saia Burgess e nel giro di due anni integra nelle sue strutture le divisioni Industria e Automotive. Saia-Burgess Controls AG rimane un'entità separata, focalizzata su controllori, HMI e contatori elettrici. Con la nuova proprietà, Johnson Electric inizia nel 2005 una fase di ingenti investimenti in concomitanza con numerose novità apportate nei settori della produzione e della logistica. Viene introdotta anche la Lean Production.

SBC porta avanti la sua formula di successo dei controllori di comunicazione aperti e decide di dare una svolta al proprio sviluppo allontanandosi da tecnologie e protocolli proprietari. I controllori Saia PCD si basano sistematicamente su standard aperti e riconosciuti dell'industria e del mondo dell'informatica. Questa scelta consente di ottenere una maggiore protezione dell'investimento per tutto il ciclo di vita di un impianto.

Nel 2012 la società statunitense Honeywell Inc. rileva Saia-Burgess Controls AG aprendo ad SBC nuove prospettive di business in Asia e nel Medio Oriente.  

SBC, da sempre garanzia di massima qualità.